Alberto Menziani

 

 

Alberto Menziani è nato  a Modena nel 1955. Ha seguito gli studi classici, laurendosi poi in giurisprudenza presso l'Università di Modena. Ha frequentato la Scuola Superiore di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l'Archivio di Stato di Modena, conseguendo il relativo diploma. E' membro della Deputazione di Storia Patria per le Antiche  Provincie Modenesi. Studioso di storia del Ducato di Modena, ha approfondito in particolare la storia militare del Ducato Estense.

Ha al suo attivo varie pubblicazioni, conferenze e partecipazioni a convegni, tra cui quello sullo Stato di Modena, tenuto nel 1998 in occasione del IV centenario di Modena Capitale, e quello sugli Eserciti in campo nel Risorgimento  organizzato nel 2000 dall' Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano.

E' stato anche curatore di mostre organizzate da enti e istituzioni culturali cittadine, quali quella dedicata nel 1997 alle Immagini del Tricolore e quella, tenutasi nel 2000, dal titolo  Bucintoro e Amerigo Vespucci - Vie d'acqua estensi e Marina Militare Italiana.

 

Il6/7/2006 pubblica la monumentale opera:

 

 "L'Esercito del Ducato di Modena dal 1848 al 1859".

 

 

 

 

 

"Tra gli Eserciti degli antichi Stati Italiani quello del Ducato di Modena è certamente uno dei meno conosciuti, anche se la sua esistenza si promulgò sino al 1863, e quindi ben oltre la scomparsa di altre più illustri compagini militari preunitarie. Se gli ultimissimi anni delle truppe modenesi sono descritti nel "Giornale della Reale Ducale Brigata Estense" pubblicato nel 1866, la presente opera narra la storia dell'Esercito Ducale nel decennio 1848-1859, ricco di avvenimenti ed anzi decisivo per le sorti dello Stato di Modena. Il lavoro, basato su fonti archivistiche per la quasi totalità inedite, non prende tuttavia in considerazione solamente le vicende affrontate nel periodo dalle Truppe Estensi, ma anche l'organizzazione militare del Ducato e la quotidianità della vita del soldato. Un appendice di carattere uniformologico ed un ampio apparato iconografico completano l'opera.